Home » Attività » Restauri » Restauri conclusi

Cagliari, Cattedrale di Santa Maria

Stacco e restauro di frammenti dipinti ad affresco- Particolare dopo la pulitura

Intervento: Stacco e restauro di frammenti di affresco della Cappella di Sant’Isidoro raffiguranti otto Santi Martiri ( prima metà del XVII secolo)
Tempi di esecuzione: 11 luglio 2006- 13 giugno 2007
Fonte finanziaria: programmazione straordinaria, ribassi anno 2005
Importo: euro 28.143,00
Responsabile del procedimento: dott.ssa Lucia Siddi
Progettista: dott.ssa Lucia Siddi
Impresa : ditta Gianfranco Malorgio, Anzio (Roma)

Il recente smontaggio dell’imponente altare marmoreo di Sant’Isidoro, collocato nella testata del transetto destro della Cattedrale, ha portato alla riscoperta di un interessante brano di pittura purtroppo molto lacunosa, nascosto alla vista ormai da oltre trecento anni.
L’affresco copriva, in origine, una superficie di oltre tre metri per due e venti di altezza; nella parte inferiore doveva essere raffigurata, a tutta immagine, una serie di Santi entro nicchie centinate (ossia con sagome a forma di arco a tutto sesto) tra i quali, oggi, è possibile riconoscere solo San Sebastiano, mentre superiormente sono ancora riconoscibili otto dei diciassette martiri crocifissi che si stagliano su uno sfondo di paesaggio. L’episodio raffigurato può essere identificato con i santi francescani e gesuiti uccisi in Giappone alla fine del XVI secolo e beatificati alcune decenni dopo.
Lo stacco dei frammenti di affresco si è reso necessario prima di procedere al rimontaggio dell’altare barocco che lo avrebbe nuovamente occultato: si è pertanto proceduto a velinare la superficie con tele da stacco, è stata realizzata una controforma lignea di sostegno sulla quale sono state adagiate le porzioni di pittura staccate ed è stata creata una nuova struttura portante in vetro resina sulla quale sono stati successivamente incollati i frammenti di affresco. Eliminate le veline, si è passati alla pulitura della superficie pittorica, alla integrazione delle lacune con colori ad acquarello dato a velature ed è stata protetta la cromia con una vernice protettiva data per nebulizzazione.
L’affresco, ricomposto seguendo le dimensioni originali, verrà esposto alla pubblica fruizione in una sala del Museo Diocesano di Cagliari.

Lucia Siddi

Stacco e restauro di frammenti dipinti ad affresco- Particolare durante le prove di ritoccoStacco e restauro di frammenti dipinti ad affresco- Particolare durante le prove di ritocco

Stacco e restauro di frammenti dipinti ad affresco- Particolare dopo la pulituraStacco e restauro di frammenti dipinti ad affresco- Particolare dopo la pulitura

 

Vai alla ricerca